Chi Siamo

La Famiglia Montone e l'Azienda Agricolla Poggio al Vento

La storia della famiglia Montone ha inizio nel 1908 quando il nonno Guglielmo, dopo essere emigrato per un periodo in Brasile, rientra in Italia e, con la moglie Amelia Bonsaver, acquista una un casale e del terreno a Castellabate in provincia di Salerno. Il vino di Guglielmo Montone, prodotto da vitigni autoctoni e la sua sempre più numerosa famiglia, diventano rinomati nella zona grazie anche all’attenzione e alla cura con cui le vigne vengono seguite. Negli anni 70, il figlio Mario decide di rinnovare la vigna impiantando i vitigni Sangiovese e Merlot con risultati qualitativi di assoluto rilievo. La famiglia Montone produce un bel vino dal colore rosso intenso e dal gusto deciso che conquista il palato.

Nel 2005 il figlio di Mario, Remo Montone - che conduce insieme ai figli Pier Paolo e Massimiliano un avviato studio legale a Roma - memore della tradizione di famiglia decide di acquistare un casale a S. Casciano dei Bagni, loc. Podernovo, con annesso terreno e di creare un'azienda agricola che prenderà il nome di "Soc. Agricola Poggio al Vento”. Viene così impiantato un vigneto per la produzione di Rosso d'Orcia (80% Sangiovese, 15% Merlot, 5% Malvasia) un uliveto di 250 piante e un frutteto. Da questo momento in poi il coinvolgimento di tutta la famiglia Montone, nonostante il gravoso impegno dello studio legale, è stato totale, sia da parte dei figli che delle loro mogli. La prima produzione degna di nota si è avuta con la vendemmia del 2013. Dal 2014 si è deciso di avvalersi di un giovane e valente enologo  per migliorare ulteriormente la qualità del vino, prodotto che seppure di limitata produzione ha l'ambizione di ritagliarsi una nicchia nella produzione di grande qualità della Toscana.

Il primo vino prodotto dall'azienda agricola Poggio al Vento prende il nome di Subsolano (nome che i Latini davano al vento di Levante,per indicare che veniva da sotto il sole), un vino rosso dal gusto intenso come i rossi Orcia invecchiato in botti di rovere e affinato in bottiglia.

Da questa breve storia della famiglia Montone risulta evidente come la produzione del vino faccia parte del dna della famiglia, se è vero com'è vero che dal 1908 ben 4 generazioni si sono cimentate in questa nobile attività, con amore, passione e dedizione, che noi tutti ci auguriamo foriera di apprezzamento e successo.

(Foto d'epoca di “Nonno Guglielmo”)